Come è fatta?

La città è sorta dall'acqua ed in questo elemento trova la sua forma e la sua potenza, è sorta su decine di isole, ben 124, che nel loro insieme formano una larghezza di circa 5km ed una lunghezza di circa 3km ed un perimetro di 10

I ponti a Venezia sono 416 e sono stati costruiti nelle maniere più o meno irregolari per adattarli alle esigenze delle due strade da collegare

Nell'entrare a Venezia, dopo aver percoro il lungo ponte che la collega alla terraferma, il famoso ponte della Libertà, verrete accolti in un mondo olfattivo assolutamente unico e raro, che muta in base alle maree di cui la città è soggetta, è un odore particolare, un misto tra pesce,salsedine,alghe e uova, stiamo parlando del famoso odore di "Freschin", che nei momenti di bassa marea, specialmente d'estate si farà sentire più intensamente.

Venezia è tutta particolare e la sua toponomastica è ciò che la contradistingue dalle altre, passiamo dunque in rassegna alcune generiche indicazioni stradali:

Calli: sono le vie veneziane. Lunghe, larghe, strette, luminose, ombreggiate e cosi via

Campi e campielli: sono aree aperte di dimensioni variabili, solitamente adornate da una ghiera da pozzo, un tempo non selciate sui quali si coltivava il grano, oggi sono tutti selciati trenne il campo di San Pietro di Castello.

Fondamenta: sono i marciapiedi o strade che costeggiano i canali. Le più importanti: le Fondamente Nuove a Cannaregio, la Fondamenta delle Zattere a D.D., la Fondamenta della Misericordia.

Fontego: è un termine di derivazione araba (Funduk) che stava a indicare dei depositi di meri, dei magazzini, con grandi accessi aperti sui canali. Potevano essere pubblici o privati.

Lista: un tempo indicava quei tratti di strada che godevano di extraterritorialità, solitamente davanti alle Ambasciate di paese stranieri.

Piazza: a Venezia ce n'è una sola, Piazza San Marco, e ci si può arrivare solo in due modi tramite vaporetto o a piedi.

Piscina: un termine antichissimo che stava ad indicare degli slarghi di acqua stagnante, successivamente internati.

Ramo: calle senza sbocco, che generalmente termina sulla riva di un canale.

Ruga: calle di origine più antica, ne sono rimaste poche, la più famosa è la Ruga Rialto che da San Polo porta al ponte di Rialto.

Salizzada: sono le calli che per prime vennero selciate.