BELLA ONDA VENICE AIRPORT  -  bed and breakfast

 

bellaonda aeroporto gonfole night notte


CURIOSITA'

 


Guardare Palazzo Ducale come un condannato


Due colonne del loggiato superiore del palazzo sono rosa, mentre tutte le altre sono bianche. Un dettaglio piuttosto evidente di giorno, eppure sembra che in Piazza San Marco pochi ci facciano caso e, soprattutto, si interroghino sul perchè.

Ebbene il motivo è questo: in quel punto il Doge prendeva posto per annunciare le sentenze di morte e per l'esecuzione il patibolo veniva collocato proprio tra quelle due colonne, di fronte alla Torre dell'Orologio, in modo che il condannato potesse vedere l'ora esatta della sua fine. Il rosa? Ricorderebbe il colore del sangue dei condannati. E avete mai notato che sul lato sud-ovest di Palazzo Ducale di notte si vedono due piccole luci sempre accese? Sono li per ricordare uno dei pochi errori giudiziari della Serenissima, quello che hanno portato un uomo innocente - il fornaio Piero Tasca (torturato fino a falsa confessione) - ad essere condannato a morte il 22 marzo 1507.



Sestieri


Il sestiere è una delle sei zone in cui è divisa la città di Venezia. Corrisponde al quartiere di altre città, che idealmente rappresentava la quarta parte dell'accampamento romano, schema ideale della costruzione di un gran numero di centri abitati d'Europa.

I nomi tradizionali dei sestieri di Venezia sono:
Cannaregio così denominato perché sviluppatosi in una zona paludosa ove erano frequenti i canneti;
Castello ha preso il nome da un fortilizio ormai scomparso attorno a cui si è sviluppata l'area;
Dorsoduro probabilmente il suo nome richiama le compatte dune di sabbia di questa zona;
San Marco prende il nome dalla Omonima basilica;
San Polo è al centro di Venezia, qui ha sede il mercato di Rialto;
Santa Croce comprende anche Piazzale Roma, il Tronchetto e la Stazione Marittima.

Queste suddivisioni non esauriscono la zona storica costituente la città di Venezia. Le isole della Giudecca fanno parte di Dorsoduro, l'isola di San Giorgio Maggiore di S. Marco e l'isola di San Michele, sede del cimitero cittadino, di Castello.

Si parla di sestieri anche nelle isole di Burano e Pellestrina, sebbene abbiano rispettivamente cinque e quattro quartieri



Ponte di Rialto


Nessuno credeva che fosse possibile erigere il ponte di Rialto in pietra. Sono famose le frasi di un uomo che disse “Sarà realizzato quando io avrò 3 gambe” e una donna che disse “Se sarà realizzato, mi darò fuoco”. Potete vedere questi due poco previdenti veneziani rappresentati sui capitelli del palazzo di fianco al ponte: un uomo con 3 gambe e una donna seduta su un braciere



Vie, Piazza, Canali


Venezia ha solo 2 canali:

1) il Canal Grande

2) il Canale della giudecca.


Ha 1 sola piazza, piazza San Marco.


I canali più piccoli si chiamo rii


Le vie e le piazze si chiamano:

- un campo è una piazza

- un campiello una piccola piazza

- una calle strada con case sui due lati

- una ruga strada con case su un solo lato

- salizzada (selciata) le vie con questo nome sono state le prime ad essere ricoperte in pietra

fondamenta (riva) e' una via che corre lungo un canale

- rio terà invece è un ex-canale interrato e diventato una calle.


Per rendere il tutto ancora più complicato, le vie di Venezia non hanno numeri civici: i numeri sono assegnati sulla base del sestiere (il quartiere veneziano). Nessuno ha mai capito esattamente in base a quale criterio.


.

 







Bacaro tour


Il nome bacaro viene dai "bacari" (singolare: bacaro), un termine, che a sua volta deriva dal "Bacco", dio del vino. Secondo un'altra teoria deriva da "far bàcara", espressione veneziana per "festeggiare". "Bacari" si chiamavano una volta dei vignaioli e dei vinai, chi venivano a Venezia con un barile di vino a venderlo alla Piazza San Marco, insieme con dei piccoli spuntini. Per evitare il trasporto faticoso ogni giorno, si cercava in seguito un locale fermo, che si usava come magazzino e come mescita.




Ombra de vin

Il bicchiere del vino che si beveva, si chiamava "ombra", perché i venditori del vino seguivano l'ombra del campanile per proteggere il vino dal sole.








Descrizione immagine



VIDEO di Venezia


Youtube video from Expoza travel channel



Calle del Diavolo


fa angolo con calle dei Preti. Deve il suo nome al ponte che si trova all’inizio della calle (vedi foto sotto): i suoi gradini infatti erano molto ripidi, e spesso i Veneziani vi inciampavano … e lanciavano tremende imprecazioni!



Varie


Quando due case sono unite da un arco, significa che I due immobili hanno lo stesso proprietario. Ci sono molti bellissimi archi in marmo, con I simboli delle famiglie che li hanno costruiti e figure di santi o personaggi storici.


Descrizione immagine